About Sabatini Gin

Una famiglia e due passioni: la Toscana e il buon Gin

Famiglia Sabatini, Teccognano Bassa 1912
Famiglia Sabatini, Teccognano Bassa 1912

Sono quattro i componenti dei due rami della famiglia Sabatini a cui si deve la creazione del Sabatini Gin, Filippo, Enrico, Niccolò e il padre degli ultimi due, Ugo. Li accomuna una passione per il rito dell’aperitivo che in famiglia risale all’inizio del secolo scorso. Una passione che si è sposata con la voglia di fare qualcosa che coinvolgesse tutta la famiglia. Le diverse attività lavorative, nel settore del marketing, della finanza e della professione legale, li hanno portati a lavorare spesso e con successo, all’estero, ma i Sabatini hanno sempre mantenuto uno stretto legame con la loro terra, in particolare con Cortona e Teccognano, la località toscana che ha dato nome alla società. Qui si trovano le dimore di famiglia, acquisite dai bisnonni agli inizi del Novecento: Villa Sabatini e Villa Ugo, centro, quest’ultima, di fiorenti attività turistiche.

Una tradizione di famiglia

Nonno Guglielmo, enologo
Nonna Rosina, moglie di Guglielmo

La passione per il mondo dei liquori, nella famiglia Sabatini, prende le mosse all’inizio del secolo scorso, con Guglielmo Giacosa, nonno materno di Ugo Sabatini. Nato alla fine dell’Ottocento ad Alba, celebre località vitivinicola delle Langhe piemontesi a nord dell’Italia, si diplomò in enologia e fu inviato in Bolivia dalla Cinzano, per dirigere il locale stabilimento e cominciare la produzione del famoso vermouth, della cui ricetta era uno dei pochissimi depositari. Successivamente fu trasferito alla sede australiana della Cinzano, a Melbourne. Allo scoppio del secondo conflitto mondiale, affrontò un viaggio avventuroso alla volta dell’Italia per potere arruolarsi nell’esercito. Fu però catturato e internato in un campo di prigionia in Australia. Al termine della guerra venne rilasciato e tornò a Melbourne dove fu assunto da una delle più importanti aziende vinicole australiane, la Wynns & Co, per la quale creò una linea di prodotti italiani quali il vermouth e il marsala, dal nome Boronia. Tornato in Italia alla metà degli Anni Sessanta, terminò i suoi giorni ad Alba nel 1973.

Cortona e Teccognano: cultura e qualità della vita

Teccognano, il luogo d’appartenenza della famiglia Sabatini, è una piccola frazione di Cortona, in Valdichiana, nella Toscana sud orientale. Cortona affonda le sue radici nell’antica Etruria, di cui era un importante caposaldo. Una cittadina a vocazione fortemente culturale, vicina alla maggior parte dei luoghi di interesse della Toscana.

Teccognano Alta nel 1920
Taverna Italiana a Melbourne inizio Novecento